Approfondimenti sulla continuità di cura tra Ospedale e Territorio
DE GIACOMO COSTANTINO



Crediti ECM
8


Destinatari

Il corso è accreditato per Medici Chirurghi specialisti in Pediatria e Pediatria di libera scelta, Neonatologia.


Obiettivo

La pandemia Covid-19, che ha colpito drammaticamente l’Italia ha posto in una situazione di intensa pressione tutto il Servizio sanitario nazionale (Ssn), mettendone in chiara evidenza le debolezze strutturali, in particolare quelle legate alla interfaccia tra Ospedale e Territorio. Il Programma nazionale per la ripresa e la resilienza (Pnrr), finanziato dall’Unione Europea, pone fra gli obiettivi principali la riorganizzazione del Ssn, in particolare a livello di assistenza primaria.

La peculiare organizzazione del nostro SSN si basa molto sul passaggio di cura bidirezionale tra Ospedale e Medico di medicina generale o Pediatra di libera scelta, nell’ ottica di minimizzare le sovrapposizioni di prestazioni e terapia, ridurre gli accessi inappropriati ai pronto soccorso, migliorare la gestione dei servizi decongestionando sia gli ospedali, che il Territorio e fornendo una assistenza domiciliare diretta e integrata.

In questa ottica di integrazione dei servizi, la Formazione costituisce un importante strumento di condivisione di Linee Guida e percorsi diagnostico-terapeutici, attualizzati alla luce delle evidenze scientifiche più recenti, ma anche calate nel contesto della Medicina reale. Inoltre, la condivisione di percorsi diagnostico-terapeutici comuni facilita la comunicazione e la collaborazione fra colleghi afferenti all’ Ospedale e al Territorio, consentendo una sorta di lavoro di squadra e, nella prospettiva immaginata dal Pnrr, permettendo di sfruttare al meglio gli strumenti tecnologici moderni di informazione e comunicazione come la telemedicina.

I temi trattati in questo Corso sono centrati sulla integrazione tra Neonatologia e Territorio, con particolare attenzione alla gestione del prematuro e del neonato e ai rapporti tra Pediatria e Territorio, affrontando la presa in carico del bambino con disturbi ricorrenti della sfera digestiva e respiratoria. Infine, anche alla luce degli esiti diretti e indiretti della pandemia da Covid 19, verrà dedicato ampio spazio ai disturbi del sonno e agli stati d’ansia dell’infanzia.

La vera sfida da affrontare nell’ immediato futuro è quella di rendere l’assistenza del Ssn centrata veramente sul bambino, in una sorta di filiera bidirezionale ordinata, efficace ed efficiente, che superi antagonismi di parte e atteggiamenti negativi di mancata collaborazione, e sia esclusivamente volta alla promozione della sua presa in carico e all’ integrazione delle cure.


Indirizzo

Il numero di posti disponibili è esaurito


Scarica il programma


Costo

Il corso è gratuito.


Provider
PARTNER-GRAF S.R.L.


Segreteria organizzativa
PARTNER-GRAF S.R.L.